Traffico e mezzi pubblici. Come arrivare sani e salvi a lavoro

| 19 novembre 2015

Stamattina mi sono svegliata come sempre molto in anticipo rispetto all’ora d’ingresso in ufficio. Evitare di rimanere imbottigliati nel traffico durante le ore di punta a Roma è una vera e propria impresa, e nel posto dove lavoro i mezzi pubblici non passano. Mentre mi avventuro nella giungla d’asfalto immagino un ipotetico percorso che possa condurmi in pochi minuti da casa al posto di lavoro. Non voglio arrivarci in volo, ma quantomeno più rapidamente. Il mio percorso ideale mi codurrebbe da casa a lavoro in pochi minuti, senza tappe intermedie, con addirittura il tempo di dedicare qualche minuto a rimirare le vetrine che si stanno preparando al Natale. Purtroppo questo tipo di attività sono tutte relegate al weekend, e mentre osservo il tram sferragliare davanti ai miei occhi sulla corsia preferenziale – per condurre tutti i passeggeri dritti alle loro scrivanie – continuo a sognare. Questa mattina però le mie elucubrazioni mentali hanno trovato un riscontro nella vita reale; non sono la sola a pensare che i percorsi dei mezzi pubblici dovremmo contribuire a crearli noi cittadini, che della città conosciamo ogni anfratto. Tutti noi cittadini saremmo capaci di migliorare la mobilità cittadina – soprattutto in una metropoli come Roma – individuando i percorsi ideali dei mezzi pubblici e indicando le fermate giuste. Sapete che oggi contribuire a creare i percorsi dei mezzi pubblici è possibile?

Arrivata in ufficio una mail ha attirato la mia attenzione. L’oggetto riportava: Condividi il cambiamento. Enunciata in questi termini l’affermazione sembrava lo slogan di un partito politico, oppure il racconto di una di quelle esperienze motivazionali comminate da un guru o santone di turno. Questa volta il messaggio però continuava in maniera differente: Non vorresti una linea in più per muoverti a Roma? Dopo un’ora in mezzo al traffico a tracciare il mio percorso ideale, mentre il tram mi sferragliava davanti in corsia preferenziale, la riposta è decisamente si!. Non solo vorrei una linea in più per muovermi a Roma, ma la vorrei sulla base delle mie esigenze, e #LineaU mi permette di fare proprio questo. Attraverso il sito www.lineau.it tutti noi possiamo contribuire a migliorare la mobilità cittadina, creando una metropolitana perfettamente adatta alle nostre esigenze. A partire da domani a lavoro ci andiamo in Metro, che dite? Io parto da qui. http://bit.ly/1kHiVP2

IMG_8425 IMG_8459

Ci vediamo in stazione. Che dite?




 

COMMENTI

Archivio

27 marzo 2017

Primavera: 3 idee per apparecchiare la tavola

La Primavera è finalmente arrivata. Si potrà trascorrere più tempo all’aria aperta e godere delle…


21 marzo 2017

Come capire se ti ama? 6 segnali che è pazzo di te

Ormai è un po’ che vi frequentate, i tuoi sentimenti sono forti ma non riesci…


27 febbraio 2017

Come eliminare i punti neri con la cannella

Buongiorno trucchine! l’argomento di oggi sono i terribili punti neri e come eliminarli con una…


23 febbraio 2017

I 10 prodotti beauty più assurdi che dovresti assolutamente provare

Le novità nel mondo della bellezza si susseguono continuamente, così vediamo ogni giorno i brand…


20 febbraio 2017

Come realizzare uno struccante bifasico alla camomilla

STRUCCANTE BIFASICO ALLA CAMOMILLA Buongiorno trucchine! Rimuovere ogni giorno le tracce di make-up, lo sporco…


6 febbraio 2017

Come realizzare uno scrub al tè verde

Buongiorno trucchine! In un precedente articolo vi parlai di come si può utilizzare un infuso…


3 febbraio 2017

7 oggetti strani che non conoscevi (e che da adesso vorrai assolutamente!)

Tra il pazzo e il geniale, ecco 7 oggetti strani di cui probabilmente non conoscevi…


30 gennaio 2017

Come lavare i capelli con la farina di ceci

Buongiorno trucchine! Oggi vi parlerò della farina di ceci: nessuna golosa ricetta in vista, ma…


13 gennaio 2017

Beauty e make up inverno 2017: le tendenze della stagione

Chi ama il make up non si lascia influenzare dal freddo e dalla pioggia che imperversano…


9 gennaio 2017

Diy: come preparere un pout-pourri profumato

Chi dice che l’inverno non doni, in natura, cose utili e sorprendenti, si sbaglia di…