Diy: come preparare un profumatore per ambienti

| 2 settembre 2016

Siete amanti delle fragranze ed anche a casa non potete fare a meno  di profumare le vostre stanze? Avete mai pensato a quanto possa essere facile realizzare un profumatore per ambienti utilizzando pochi e semplici ingredienti e una fondutiera?

Molte profumazioni per ambienti, in commercio, contengono sostanze chimiche dannose e nocive per la nostra salute e quella dei bambini, niente di meglio che preparare qualcosa di naturale, economico e carino anche da regalare alle amiche.

Vediamo cosa occorre:

Occorrente per profumatore ambienti

Occorrente per profumatore ambienti

  • Una manciata di camomilla
  • Una manciata di lavanda
  • Due fette di limone
  • Due fette d’arancia
  • Foglie di erbe aromatiche: rosmarino, basilico, salvia, mentuccia
  • Stecca di cannella
  • Cinque gocce di olio essenziale di arancia e cinque di  menta piperita (ma potete anche utilizzare lavanda, tea tree, o gli oli che preferite ed avete a casa)
  • Un bicchiere abbondante di acqua demineralizzata
  • Una fondutiera
  • Candelina tea light
  • Barattolo in vetro per conserve

Procedimento e preparazione

Riempite il barattolo da conserva con le erbe aromatiche, le fette di limone e d’arancia e la cannella. Versate il bicchiere d’acqua e le gocce di olio essenziale. Chiudete bene il contenitore col tappo, agitate e lasciate macerare per almeno ventiquattro ore.

Barattolo pronto da far riposare

Barattolo pronto da far riposare

Trascorso il tempo di riposo, potete versare il contenuto del barattolo nella fondutiera, accendete la tea light al di sotto e piano piano verrà emanata la fragranza delicata ed avvolgente delle erbette aromatiche, la cannella e gli agrumi. Perfetta per ambienti come la cucina e la sala da pranzo.

Profumatore con fondutiera, pronto.

Profumatore con fondutiera, pronto.

E’ l’ideale per eliminare anche i cattivi odori, soprattutto in cucina.

Se poi, non avete a disposizione una fondutiera, potete sempre versare il contenuto del barattolo, in un pentolino e a fuoco lento e moderato, lasciate che la fragranza si sprigioni nell’ambiente. Oppure ancora, potete usarla all’interno dei deumidificatori sui termosifoni.

Il tempo di conservazione è ovviamente limitato, massimo per tre o quattro giorni, ma potete sempre rifarla in qualsiasi momento. Il costo è  irrisorio, ma l’effetto ottenuto sarà assolutamente perfetto.

Profumatore con fondutiera

Profumatore con fondutiera

 

COMMENTI

Guarda Anche

Archivio DIY - FAI DA TE

8 agosto 2018

Come decorare le pareti di casa: 5 idee originali per tutte le tasche

Stufa di essere circondate da pareti bianche e vuoi donare una luce diversa alle mura di casa? A volte basta davvero poco!


28 giugno 2018

Come sostituire gli attrezzi fitness con oggetti che abbiamo in casa!

Quante volte ci lamentiamo di quanto sia stressante andare in palestra? Dover rispettare orari e…


28 maggio 2018

Lucine per decorare casa: la nuova tendenza

Chi ha detto che le lucine siano solo un elemento decorativo e caratteristico delle feste?…


21 maggio 2018

Elettrodomestici di tendenza 2018

Gli elettrodomestici di tendenza 2018 sono stati presentati al Fuorisalone del Mobile. Scelte rivoluzionarie, dal…


18 maggio 2018

Fiore DIY per la festa della Mamma

Fiore DIY per la festa della Mamma  Ciao, Non avete idee per il 13 maggio…


14 maggio 2018

Carrello block di Normann Copenhagen : icona di design

Il carrello block di Normann Copenhagen  è ormai diventato una vera icona di stile, rivisitato…


12 maggio 2018

DIY CARD FIORE

DIY CARD FIORE Ciao, oggi vi mostro come creare un FIORE DIY, molto semplice che…


7 maggio 2018

Eames plastic chairs: le sedie tanto di tendenza

La Eames plastic chairs fu la prima sedia lanciata sul mercato del design low cost…


30 aprile 2018

Craft room: come organizzarla al meglio

La craft room è un po’ il sogno per ogni creativa che si rispetti: avere…


25 aprile 2018

Pulizie di primavera: trucchetti per svolgerle al meglio

Il fatidico periodo delle pulizie di primavera è ormai arrivato e da buone “casalinghe disperate”…