Yoga – Verticale sulla testa

| 2 febbraio 2017

Sîrsâsana: la posizione di yoga verticale sulla testa

La sîrsâsana, o più semplicemente la posizione verticale sulla testa, è una delle posizioni più note dello dell’Hatha Yoga. Questa posizione consiste in un’inversione del corpo, con la testa a terra ed i piedi verso l’altro, sorreggendosi attraverso l’uso degli avambracci.

La posizione verticale sulla testa richiede una grande concentrazione, sia fisica che mentale, perché coinvolge tutto il corpo e permette di superare la paura di guardare il mondo da un punto di vista differente. Nonostante l’impegno necessario per praticarla, questa posizione è fra le più popolari, soprattutto per i numerosi effetti benefici che ha su mente e corpo.

Yoga verticale sulla testa: benefici

Se eseguita correttamente e per la giusta durata (cioè senza stressare eccessivamente il corpo o la mente), la posizione verticale sulla testa ha può generare davvero tanti benefici. Possiamo riassumerli principalmente negli effetti positivi che ha sulla colonna vertebrale e sulla circolazione sanguigna.

Fra i benefici per la colonna vertebrale, il fatto che  favorisce l’allineamento ottimale e  diminuisce il peso che grava sulle vertebre lombari.

Gli effetti più importanti sono soprattutto quelli sulla circolazione sanguigna. La posizione a testa in giù purifica l’organismo e favorisce l’afflusso di sangue al cervello, con benefici più o meno rilevanti per tutte le parti che compongono il viso – come il ringiovanimento della pelle – sino a coinvolgere addirittura l’udito, seppur in minor misura.

Non da meno, i benefici di cui può godere la muscolatura. Questa posizione di yoga infatti richiede la contrazione dei muscoli addominali, oltre che della schiena, della braccia e del collo favorendone il rafforzamento.

Yoga verticale sulla testa: controindicazioni

La posizione di yoga verticale sulla testa fa male? Ci sono indicazioni e controindicazioni da tenere a mente?

Pochi sono i casi in cui è vietato assolutamente praticare la posizione verticale sulla testa. Si tratta di quei casi in cui la persona è affetta da arteriosclerosi, angiosclerosi, ipertensione arteriosa, nei casi di distacco della retina e da chi soffre di gravi problematiche che coinvolgono il tratto cervicale.

In ogni caso è il fisico stesso a darci segnale, attraverso sintomi eloquenti come il fischiare delle orecchie, la mancanza di respiro o una forte emicrania, che è meglio non proseguire in quella posizione. Invece un lieve senso di vertigine può essere normalmente causato da un ritorno troppo veloce alla posizione eretta.

È molto importante ritornare molto lentamente nella posizione in ginocchio, rimanendo per qualche secondo nella posizione del bambino, per poi risalire gradualmente quando si avverte che il flusso circolatorio è tornato alla normalità.

Ricordiamo quindi che la posizione verticale sulla testa non è pericolosa, tuttavia è fondamentale imparare da un insegnante di yoga qual è la tecnica per praticarla correttamente.

Come eseguire la verticale sulla testa

Vediamo in questo video come praticare correttamente la verticale sulla testa con il supporto delle braccia. Ricordate che è meglio tenere lo stomaco vuoto (quindi evitate di mangiare 2-3 ore prima di praticare questa posizione) e fare prima sempre un adeguato riscaldamento.

Ricordate inoltre di non lanciarvi nella posizione verticale, bensì di raggiungerla con calma, di non respirare troppo velocemente e di poggiare su un piano molto duro, anche aiutandovi con una parete le prime volte, se necessario.

È arrivato il momento di vedere assieme come fare la verticale sulla testa, una posizione sia di equilibrio che di forza…una sfida divertente!

Continua a fare Yoga su:

Sito: http://www.lascimmiayoga.com

Facebook: http://www.facebook.com/lascimmiayoga

Pinterest: http://www.pinterest.com/lascimmiayoga/

 

COMMENTI

Archivio di

2 giugno 2020

Rose rosse, in questo 2 giugno, per ricordare le donne che hanno fatto l’Italia | WEGIRLS

Questo 2 giugno è fatto per ricordare anche le donne che hanno fatto la Repubblica…


1 giugno 2020

Come combattere l’insonnia con lo sport!

Non riesci a dormire e desideri recuperare le ore di sonno? Ti spieghiamo come combattere l’insonnia con lo sport e quali esercizi fare!


1 giugno 2020

Come mantenere l’abbronzatura più a lungo: consigli salva colore | WEGIRLS

Come mantenere l’abbronzatura? È una domande più comuni fatte al rientro dalle vacanze, quando, guardandoci allo…


31 maggio 2020

Le migliori spezie sgonfia pancia: ricette e usi!

È frequente nei periodi di stress e di cambio di stagione sentirsi appesantite e gonfie come un palloncino! Ecco le migliori spezie sgonfia pancia e dimagranti!


30 maggio 2020

Come fare i pomodori ripieni al tonno | WEGIRLS

Tra le migliori ricette estive che si possono fare sicuramente rientra la ricetta pomodori ripieni…


29 maggio 2020

Jumping jack: che benefici può avere un esercizio così semplice? | WEGIRLS

Tutti abbiamo fatto il jumping jack almeno una volta, considerato che si fa durante il…


28 maggio 2020

Come profumare gli armadi per il cambio di stagione

Con l’autunno e con la primavera arriva anche il cambio degli armadi, e per rendere…


28 maggio 2020

La scienza spiega come il “No pain no gain” sia inutile per dimagrire | WEGIRLS

L’abbiamo sentito tutte, no? E lo vediamo continuamente sui social delle ragazze patite del fitness…


27 maggio 2020

I migliori cibi anticellulite!

Consigli sui cibi più più adatti per prevenire e combattere la cellulite e contrastare l’odiosa pelle a buccia d’arancia.


27 maggio 2020

Quale tipologia di ceretta è meglio utilizzare e dove? | WEGIRLS

Quale ceretta è meglio usare? Dipende. Non esiste una risposta univoca, considerato che dipende dal…