Esercizi di Kegel: come allenare il pavimento pelvico grazie alle palline vaginali

| 11 maggio 2017

Siete sempre aggiornate sulle ultime tendenze fitness per regalarvi un fisico irresistibile; avete glutei di marmo, addominali di ferro e cosce di legno e all’appello per la prova costume non sembra mancare niente. Ma c’è qualcosa che, durante le vostre sessioni di allenamento, avete sicuramente trascurato.

Come sempre, le cose più preziose sono invisibili agli occhi e anche il pavimento pelvico, perché è di questo che parliamo, rivendica la necessità di sentirsi in forma. Noi vi spieghiamo perché, d’ora in poi, accanto a pesi, tapis roulant, panca e tappetino tra i vostri oggetti per la palestra non dovrete dimenticarvi delle palline vaginali, un utile strumento per eseguire gli esercizi di Kegel e fortificarvi anche dove siete coperte dal bikini.

Il metodo Kegel: pochi secondi, ma più volte al giorno

Scherzi a parte, gli esercizi di Kegel sono stati ideati intorno agli anni ’40 con lo scopo di rafforzare le pareti pelviche e prevenire alcuni problemi femminili come il prolasso, l’incontinenza o la mancanza di piacere durante i rapporti sessuali. Una donna su 3 soffre infatti di problemi legati all’indebolimento del pavimento pelvico e le cause possono essere più numerose di quanto pensiate: dalla gravidanza alla postura scorretta, fino agli squilibri ormonali e alle drastiche variazioni di peso.

Una delle ragioni per cui non potrete dire di no a questo allenamento è che si può eseguire più o meno ovunque e in qualunque momento della giornata. La tecnica base consiste nel contrarre i muscoli pubococcigei per 5-10 secondi e rilasciarli per lo stesso periodo di tempo; per ottenere dei risultati visibili sono consigliabili 10 ripetizioni per 3 volte al giorno. Troppo faticoso? Niente paura, perché usando delle specifiche palline stimolanti anche le più pigre possono ridare nuovo slancio al proprio pavimento pelvico.

Palline vaginali: ginnastica attiva o passiva

Le palline da Geisha o Kegel balls non sono altro che degli speciali pesetti da inserire all’interno delle proprie parti intime per rinforzarne la muscolatura. In commercio ne esistono numerose tipologie, che possono variare in base al loro peso, ma in generale possiamo distinguerne due modelli principali: quello a una pallina, più adatto se siete principianti, e quello a due palline, se, invece, frequentate il corso avanzato.

Una volta individuato il tipo più adatto alle proprie esigenze e al proprio fisico, potete dedicarvi anima e corpo a questa nuova forma di ginnastica, che può essere sia attiva che passiva. La pratica attiva consiste proprio nell’eseguire gli esercizi di Kegel descritti precedentemente, ma con l’ausilio delle sfere vibranti; contraendo e rilasciando i muscoli, il peso contenuto nelle palline svolgerà una preziosa azione tonificante.

palline vaginali

Esiste però la possibilità di utilizzare le sfere cinesi anche in modo passivo, ovvero inserendole appena sopra il muscolo pelvico e camminando; le palline, grazie al loro peso, tenderanno a scendere, ma a trattenerle ci penserà la naturale contrazione dei muscoli intimi, che ne beneficeranno in termini di elasticità, tonicità e perché no, di piacere sessuale. Come per un normale esercizio fisico, anche in questo caso non esagerate, soprattutto all’inizio, quando i muscoli non sono ancora pronti a sostenere lunghe sessioni di allenamento.

I benefici degli esercizi di Kegel per la vita sessuale

Conosciute forse più come sex toys che come terapia curativa e preventiva, le palline vaginali rappresentano un valido aiutante per la vostra salute intima. Il rafforzamento della muscolatura pelvica, infatti, non contribuisce solo a rendere la vostra sfera sessuale più soddisfacente, ma aiuta ad evitare l’insorgere di problemi come la micro-incontinenza o le lacerazioni durante il parto.

Se non siete sicure di aver acquistato il modello corretto o avete dei dubbi su come eseguire correttamente gli esercizi non esitate a contattare il vostro “personal trainer”: ginecologi, ostetriche e fisioterapisti saranno in grado di valutare le condizioni del vostro pavimento pelvico e quindi di indicarvi sia il modello di sfera di Kegel più adatto, sia con quale peso sia meglio iniziare il vostro personalissimo percorso di tonificazione.

Articolo a cura di Francesca Mondani

COMMENTI

Archivio BENESSERE

31 luglio 2020

4 esperienze sessuali che una donna dovrebbe provare almeno una volta nella vita | WEGIRLS

Ogni donna nasconde un sogno erotico, le più fortunate riescono a condividerlo con il proprio…


24 luglio 2020

Come sostituire gli attrezzi fitness con oggetti che abbiamo in casa | WEGIRLS

Quante volte ci lamentiamo di quanto sia stressante andare in palestra? Dover rispettare orari e…


7 luglio 2020

I migliori video per ottenere i massimi benefici dallo yoga | WEGIRLS

Lo yoga è una pratica utilissima per rinforzare i muscoli del corpo, per migliorare l’equilibrio,…


3 luglio 2020

Ceretta araba: tutto quello che serve sapere e come farla in casa | WEGIRLS

Avete mai sentito parlare della ceretta araba? Si tratta di una tecnica antichissima, sicuramente una…


2 luglio 2020

I migliori rimedi naturali per evitare di avere i piedi sudati | WEGIRLS

In estate si suda di più, lo sappiamo tutti molto bene. Sudare eccessivamente è una…


1 luglio 2020

Allenarsi con il caldo: ecco qualche dritta | WEGIRLS

Quante di noi nel periodo estivo abbandonano la palestra e pressoché ogni genere di attività…


1 luglio 2020

I migliori rimedi naturali per il sudore sotto le ascelle | WEGIRLS

Ora che è arrivato il gran caldo estivo ci capita di sudare spesso, non solo…


30 giugno 2020

Come fare uno scrub con bicarbonato contro i peli incarniti | WEGIRLS

In quante si sono ritrovate a fare la ceretta e a non ottenere il massimo…


29 giugno 2020

Come ottenere una pancia da modella con l’elastico | WEGIRLS

Pancia da modella con l’elastico? Oggi vediamo un video in cui vi propongo questi esercizi divertenti e…


23 giugno 2020

I migliori esercizi per l’interno coscia in previsione della prova costume | WEGIRLS

Ed eccoci qui, pronte per un’altra estate e – come sempre – intente ad allenarci…