Kokedama: cosa sono e come realizzarli

| 28 agosto 2017

Oggi parliamo dei Kokedama: ovvero i “Bonsai Volant” famosi perchè, a differenza degli altri bonsai non presentano un vaso che li contenga.

La tecnica dei Kokedama nasce in Giappone nel 1600. I classici bonsai presentano dei vasi spesso decorati, quelli “Volant” invece, sono particolari perchè la pianta viene contenuta in una palla di fango e muschio. Da qui il suo nome che significa appunto : “Palla di muschio” o “Perla di muschio“.

Si può di gran lunga affermare che sia diventata una vera e propria tendenza e i Kokedama possono arrivare a costare anche diverse centinaia di euro.

Ma vediamo come si può realizzare. Infatti la tecnica pare non sia per niente difficile basta solo qualche piccolo accorgimento.

Mescolate del terriccio (detto Akadama), usato per i bonsai,  con quello argilloso  e bagnate con acqua, formando una vera e propria palla.

kokedama_step3a

Su questa applicate poi un foro profondo in modo da poter infilare la pianta con le sue radici, dalla quale avrete precedentemente eliminato l’eccesso di terra, spogliandola quasi del tutto e lasciando a vista solo le radici stesse.

kokedama-erin-boyle-gardenista-7

Non resta che ricoprire la composizione con dei fogli di muschio ed assicurare il tutto con dello spago (se si desidera un effetto più rustico), o del naylon (per una composizione più elegante).

Quali piante si adattano meglio a questa tecnica?

Sicuramente tutte quelle piante da appartamento, grasse ad esempio, o le aromatiche ma anche le orchidee sono perfette. L’importante che non siano di dimensioni troppo grandi.

kokedama-for-your-mama-mothers-day-kokedama-gift-for-mom

51dgzd-4zul-_sr600315_piwhitestripbottomleft035_sclzzzzzzz_

La realizzazione di queste composizioni è veramente spassosa e dona grosse soddisfazioni. Può essere un’idea carina da regalare, oppure si possono creare delle graziose bomboniere, o ancora semplicemente abbellire degli angoli di casa in maniera particolare.

71vblmb6bql-_sl1080_

kokedama_idea_8

Se decidete di appenderlo, munitevi di vaporizzatore per innaffiare le vostre piante.

Un’idea assolutamente originale, tutta da provare. Non trovate?

COMMENTI

Guarda Anche

Archivio DIY - FAI DA TE

16 aprile 2018

Casa in primavera: come decorarla al meglio

Decorare casa in primavera è assolutamente uno spasso poichè credo che sia una delle stagioni…


9 aprile 2018

Veranda o giardino: come creare zone d’ombra alternative

La veranda ed i giardini cominciano ad essere di nuovo sfruttati con l’arrivo della bella…


30 marzo 2018

DIY pietre decorative

Un metodo semplicissimo per creare delle carinissime pietre decorative fai da te, delle decorazioni scintillanti per la vostra camera.


26 marzo 2018

Diy pasquale e alcune idee su come decorare casa

Oggi un diy pasquale ed inoltre vi propongo alcune idee originali dal web, per decorare…


19 marzo 2018

Piante di tendenza del 2018: monstera, areca e pilea

Oggi parliamo delle piante di tendenza per il 2018: ebbene si, anche loro ricoprono un…


12 marzo 2018

Telaio di primavera: realizziamo una decorazione da parete

Un telaio, un elemento semplice, che oggi andremo ad utilizzare per un progetto alternativo. Un…


9 marzo 2018

Bigliettino DIY per la festa del papà

Bigliettino per la festa del papà DIY Ciao, oggi volevo proporvi un DIY davvero facile per…


5 marzo 2018

Studio in camera da letto: come ricavarlo in maniera originale

Ricavare lo studio in camera da letto è ormai un trend soprattutto per chi lavora…


26 febbraio 2018

Minimal: come arredare con questo stile

Il minimal è uno stile di arredamento pulito ed essenziale. I mobili hanno un taglio…


19 febbraio 2018

Industrial vintage: nuovo trend arredo per il 2018

L’ Industrial vintage si proclama nuovo trend in ambito dell’arredamento per il 2018. Uno stile…