Review Olio ai semi di lino TOP per l’estate!

| 24 agosto 2017

Stanche di capelli secchi e sfibrati al rientro dalle vacanze? Oggi voglio parlarvi di un prodotto TOP che mi ha letteralmente salvato i capelli quest’estate: l’olio ai Semi di Lino della linea TTES’ Sence, disponibile nella grande distribuzione.

D’estate i nostri capelli subiscono un vero e proprio attacco su più fronti a causa del sole, dell’acqua salata del mare o del cloro delle piscine e sul finire del periodo estivo ce li ritroviamo letteralmente distrutti! Se poi anche voi come me, avete capelli lunghi e colorati, la situazione sarà ancor peggiore: capelli sfibrati, secchi, con mille doppie punte… insomma, ragazze, una tragedia!

Ecco la recensione  dell’olio ai Semi di Lino della linea TTES’ Sence, un vero aiutante per la bellezza dei nostri capelli e un’alternativa ai comuni cristalli liquidi che spesso troviamo al supermercato.

Review olio ai semi di lino linea TTES’ Sence

review olio Semi di Lino TTES' Sence

Credit: iloveremunni.net

 

Questo prodotto è un mix di diversi oli vegetali, nell’inci si leggono: olio di semi di lino, olio di riso e olio di mandorle; questo mix ha un risultato estremamente nutriente sui capelli.

Gli usi dell’olio ai Semi di Lino TTES’ Sence sono molteplici: potete utilizzarlo come impacco nutriente pre-lavaggio, come olio districante pre-asciugatura oppure come leave-in per eliminare l’effetto crespo.

Personalmente lo utilizzo moltissimo come impacco pre-shampoo, inumidendo i capelli e spruzzandolo in abbondanza; se vi preparate da sole in casa delle maschere per capelli, provate ad aggiungere una spruzzata di questo prodotto al vostro impacco a base di yogurt e otterrete un risultato super!

E’ perfetto, inoltre, da massaggiare sulla cute, se soffrite di dermatite seborroica: ammorbidirà tutte le crosticine, aiutandovi poi nel lavaggio ad eliminarle!

review olio semi di lino ttes

La confezione è in plastica marroncina, dotata di pompetta spray super comoda per distribuire l’olio sui capelli; contiene 150 ml di prodotto e scade dopo 6 mesi dall’apertura. Il prezzo è molto contenuto, si aggira sui 5 €.

Il profumo non è quello solito dell’olio di semi di lino (piuttosto pungente), ma delicato, quasi agrumato: perfetto se scegliete di utilizzare questo prodotto come leave-in.

Ragazze, questa review è super positiva, insomma! Lasciatemi un commento e fatemi sapere se anche voi avete provato questo prodotto!

Un abbraccio,

alla prossima!

 

COMMENTI

Guarda Anche

Archivio MAKE UP & BEAUTY

19 giugno 2018

Come fare una maschera viso alla menta

Buongiorno trucchine! Fresca e profumata, la menta è una pianta molto utilizzata non solo in…


13 giugno 2018

FACETUNE: una delle app più usate dalle Influencer!

FACETUNE: l’app più usata per modificare le tue foto su instagram  Ciao, eccomi tornata con…


12 giugno 2018

Come curare i capelli con la maschera all’uovo

Buongiorno trucchine! In un articolo di qualche mese fa vi avevo parlato di come effettuare…


5 giugno 2018

Come realizzare uno spray solare per capelli

Buongiorno trucchine! Iniziano le belle giornate e con il caldo viene proprio voglia di trascorrere…


29 maggio 2018

Come idratare i capelli con l’Altea

Buongiorno trucchine! Nei miei precedenti articoli vi ho parlato di due metodi naturali per idratare…


22 maggio 2018

APP SNOW una divertentissima alternativa a Snapchat!!!

APP SNOW: Realizza selfie, gif animate e video super divertenti!  Ciao, oggi vi propongo un…


22 maggio 2018

Come idratare i capelli con la maschera alla banana

Buongiorno trucchine! La banana è un frutto molto nutriente che fa bene alla salute, ricco…


15 maggio 2018

Come fare un burro struccante fai da te

Buongiorno trucchine! Ultimamente si sente parlare spesso di burro struccante, un prodotto molto valido ed…


8 maggio 2018

Come fare la maschera capelli al mascarpone

Buongiorno trucchine! Alzino la mano le golose di mascarpone come me! Questa buonissima crema di…


28 aprile 2018

Preoccupata per le sopracciglia? Guarda queste!

Le sopracciglia possono farci soffrire…ma fino a che punto?