Guida semiseria sui preliminari: l’importanza dell’intesa sessuale nella coppia

| 19 dicembre 2017

vibratore per punto g

Abbracci, baci, carezze, e qualche morso. Una buona intesa sessuale inizia proprio da qui, da quei spesso temuti preliminari; quelle azioni che anticipano l’atto sessuale vero proprio. L’importanza dei preliminari per creare una profonda sintonia di coppia è oggi sostenuta dalla maggior parte dei terapeuti sessuali, che ne hanno evidenziato i meccanismi psicologici, sfatando alcuni luoghi comuni e false leggende.

Siamo tutti d’accordo ad esempio che la donna richieda preliminari più lunghi dell’uomo, perché ha bisogno di “riscaldarsi” prima di arrivare all’atto sessuale vero e proprio, altrimenti, nella maggior parte dei casi, non riesce neanche a raggiungere l’orgasmo. Il problema in realtà è un po’ più complesso: molte donne raggiungono la piena maturità sessuale attorno ai trent’anni, e quindi molti partner coetanei in una età minore di questa finiscono per lamentare un certo sfasamento tra la curva che esprime l’andamento dell’eccitazione e del suo soddisfacimento nell’uomo e nella donna. Senza contare il fatto che nella nostra cultura spesso si tende ad identificare il piacere sessuale con l’orgasmo; qualora non venga raggiunto questo ’traguardo’, si considera deludente il rapporto sessuale.

Guida semi seria sui preliminari: un vibratore per il punto g per lei, baci e carezze per lui

I preliminari non sono un’esigenza esclusiva delle donne, ma sono importanti per entrambi i partner. La differenza fra uomo e donna si trova nella diversa fisiologia dell’eccitazione: gli uomini partono dal presupposto che il loro piacere si consumi più in fretta di quello femminile che, al contrario, richiede tempi più lunghi e diradati.
Come si fanno, dunque, i preliminari? A differenza di qualche tempo fa, c’è maggiore consapevolezza collettiva riguardo alla necessità di arrivare al rapporto vero e proprio con un grado di eccitazione condiviso. Da parte prevalentemente maschile, infatti, c’era la tendenza ad arrivare subito al sodo, ‘sbrigando la pratica’ in fretta e furia senza curarsi troppo della felicità e dell’appagamento della partner. Adesso pare che le cose siano cambiate, ne è una dimostrazione la conoscenza crescente del funzionamento del corpo femminile. I preliminari per lei sono fondamentali, ancor più che per lui. La sessualità femminile, infatti, è regolata da aspetti emotivi, affettivi, psicologici più complessi. In questo senso il contatto, le parole dolci, le effusioni e le carezze via via più hot possono rivelarsi determinanti. È l’esperienza del momento a suggerire cosa faccia piacere in quei frangenti. In generale, vanno stimolati tutti i sensi: l’udito, la vista, la gola, il tatto, l’olfatto. Sia per lui che per lei è fondamentale scoprire i punti erogeni del corpo da stimolare a vicenda in vista di un maggior coinvolgimento sessuale.

vibratore per punto g

Come eccitare lei: innanzitutto confermiamo che nelle donne il punto g non è affatto un mito, esiste e come. Una volta individuato, si può procedere in vari modi per stimolarlo e far raggiungere alla donna potenti orgasmi vaginali. Esistono, inoltre, in commercio una miriade di sex toys. Bisogna uscire dall’ordine di idee che vede le donne usare un vibratore per la stimolazione del punto g perché hanno a fianco uomini che non sanno appagarle.
Questi vibratori non sono solo per donne, ma possono offrire piaceri inauditi anche usati nella coppia, migliorando addirittura la complicità a letto. Non sempre le coppie hanno gli stessi ritmi e un desiderio sessuale che coincide per tempistiche e modi, per cui i vibratori possono anche venir in aiuto in questo senso, ovvero migliorando l’intesa sessuale in due, usandolo come mezzo per mostrare cos’è che piace davvero.

Come eccitare lui: i preliminari da fare a lui servono per metterlo a proprio agio, per aiutarlo a sciogliersi, per prepararlo anche emotivamente alla prestazione. Anche agli uomini piace sentirsi lusingati con dei complimenti relativi alla bellezza o alla prestanza fisica. Parole sexy, baci e carezze sono un ottimo modo per surriscaldare l’atmosfera. Non in molti conoscono poi la pratica del pegging, da non confondere con petting. Il pegging è quella pratica sessuale nella quale un uomo viene stimolato in vista della penetrazione anale da una donna che indossa un dildo. Vale a dire, sesso anale eterosessuale dove l’attivo non è lui, bensì lei.

Insomma, fare sesso è come un’arte che richiede molta fantasia complicità e altruismo, sia da parte di lui che da parte di lei; il sesso deve essere un divertimento naturale, una esperienza totale fatta di dialoghi, immaginazione, passione e giochi erotici.

COMMENTI

Archivio LIFESTYLE

7 agosto 2019

Napoli: i luoghi più instagrammabili

Nuova tappa del tour da #instagramaddicted : questa volta ci siamo spostati al sud! Napoli…


6 agosto 2019

Come decorare le pareti di casa: 5 idee originali per tutte le tasche

Stufa di essere circondate da pareti bianche e vuoi donare una luce diversa alle mura di casa? A volte basta davvero poco!


2 agosto 2019

Firenze: i luoghi più instagrammabili

Terzo appuntamento per gli appassionati di foto e social. Questa volta ci siamo spostate a…


31 luglio 2019

Meghan Markle guest editor per Vogue Uk

Meghan Markle continua a suscitare polemiche. Da tempo era stato annunciato che Lady Sussex avrebbe collaborato…


25 luglio 2019

Milano: i luoghi più instagrammabili

L’appuntamento si ripete e si sposta nella città del fashion, del design e, ovviamente, dei…


12 luglio 2019

Unicornomania: in vendita anche la crema spalmabile

Da qualche anno è scoppiata l’Unicornomania! Ma c’è un reale motivo per il quale questa…


3 luglio 2019

Roma: i luoghi più instagrammabili

Roma è piena di posti, a tanti sconosciuti, che non possono mancare nella vostra gallery…


25 giugno 2019

Le migliori serie tv degli anni 90 da rivedere quest’estate!

Esistono delle serie tv che non passeranno mai di moda. Nonostante siano nate negli anni…


20 giugno 2019

Libri da mettere in valigia: estate 2019

Che siate al mare, in piscina o distesi su un grande prato verde a respirare…


10 giugno 2019

“How I met your mother”: una delle serie americane più amate

How I met your mother (nota anche con l’acronimo HYMYM o, in Italia, come E alla fine arriva mamma)…