Come lavare i capelli con il metodo No Poo

| 27 marzo 2018

Buongiorno trucchine!
Il metodo No Poo è un movimento che nasce negli USA e che promuove l’abbandono dell’uso dello shampoo per il lavaggio dei capelli e il ritorno a metodi di lavaggio alternativi molto più naturali. Questo metodo, negli ultimi anni, si sta diffondendo molto di più anche nei paesi occidentali perché le persone sentono sempre più l’esigenza di trattare i capelli con prodotti meno aggressivi e più compatibili con la struttura capillare. Inoltre è sempre più forte la consapevolezza ambientale, ovvero, l’importanza di mettere in atto tutta una serie di strategie per inquinare meno l’ambiente.

Come lavare i capelli con il metodo No Poo
Il movimento No Poo parte dal presupposto che shampoo e balsamo costringono ad un loro utilizzo costante e generano, pertanto, un circolo vizioso. Sgrassare i capelli periodicamente fa sì che i capelli si sporchino molto di più e vi sia la necessità di utilizzare nuovamente shampoo e balsamo per detergerli. L’utilizzo settimanale di shampoo e balsamo, secondo i sostenitori del metodo No Poo, a lungo andare rovinerebbe la fibra del capello.
Il lavaggio con metodo No Poo consiste nel lavare i capelli con acqua tiepida e con sostanze alternative allo shampoo che possono spaziare dal bicarbonato di sodio all’aceto di mele, dalle creme e polveri lavanti al balsamo o a prodotti specifici creati per fare il co-wash.
Per un periodo che oscilla tra le 4 e le 8 settimane di lavaggio No Poo, i capelli saranno molto grassi perchè devono disintossicarsi, dopodichè dovrebbero riassestarsi e la produzione di sebo si normalizzerà.
Nella Pillola di Bellezza di oggi vi sveleremo come effettuare uno dei lavaggi No Poo più diffusi e utilizzati, quello con bicarbonato e aceto di mele.

INGREDIENTI PER LAVAGGIO CON METODO NO POO

  • un paio di cucchiai di bicarbonato di sodio
  • poca acqua (o infuso di rosmarino)
  • due cucchiai di aceto di mele

PROCEDIMENTO PER LAVAGGIO CON METODO NO POO

In una tazza mescolate l’acqua con il bicarbonato finché il composto non avrà raggiunto una consistenza fluida. Bagnate i capelli e applicate il composto su di essi, strofinando con i polpastrelli solo sul cuoio capelluto, evitando le punte. Lasciate agire per 5-10 minuti, risciacquate bene con acqua tiepida e fate il risciacquo acido. Per quest’ultimo potete aggiungere due cucchiai di aceto in un litro d’acqua.

Un bacione,
Auty

COMMENTI

Archivio MAKE UP & BEAUTY

16 ottobre 2018

Come realizzare una perfetta “Cold Cream”

Buongiorno trucchine! Puntualmente, con l’avvicinarsi della stagione fredda, ritornano le ricette sulla famosa “Cold Cream”,…


9 ottobre 2018

Come rinforzare i capelli con il gel di agar agar

Buongiorno trucchine! Dopo aver parlato di gel di semi di psillio per idratare e modellare…


2 ottobre 2018

Come svegliarti bene (e risparmiare tempo per la tua beauty routine)

Attenzione: questo è un post per ragazze pigre. Chi di voi ha rinviato la sveglia…


2 ottobre 2018

Come realizzare un’acqua micellare fai da te

Buongiorno trucchine! Avete finito lo struccante e non sapete come rimuovere il make-up? I prodotti…


1 ottobre 2018

Piove! Come salvare i capelli dall’umidità (e dal maltempo)

Autunno vuole dire anche acquazzoni, capelli elettrici, piastre inutili. Pioggia e umidità arricciano i capelli,…


27 settembre 2018

Alcune dritte per salvare la tua pelle dal freddo

Ci siamo: è tornato il freddo e con lui le prime screpolature, rossori e pelle…


25 settembre 2018

Come idratare e modellare i capelli con il gel di semi di psillio

Il gel di semi di psillio è un buon rimedio naturale per idratare e modellare i capelli ricci, rendendoli morbidi e voluminosi.


18 settembre 2018

Come rinforzare i capelli con lo spray allo zenzero

Buongiorno trucchine! Settembre è un mese di transizione e cambiamenti, con il cambio di stagione…


14 settembre 2018

Cinque prodotti beauty che devi avere in ufficio

Pochi prodotti ma giusti


7 settembre 2018

INSTAGRAM STORIES: come modificarle e pubblicarle con una sola app!

INSTAGRAM STORIES: come modificarle e pubblicarle con una sola app! Ciao, oggi vi propongo un…