Come idratare i capelli con l’Altea

| 29 maggio 2018

Buongiorno trucchine!
Nei miei precedenti articoli vi ho parlato di due metodi naturali per idratare i capelli con alcune erbe ayurvediche come il fieno greco e il sidr, mentre stavolta vi parlerò dell’Altea e di come questa erbetta può aiutarvi nella cura dei capelli secchi, sottili e crespi.
L’Altea, conosciuta anche con il nome scientifico di Althaea officinalis, è una pianta perenne della famiglia delle Malvaceae molto comune in Europa, dove cresce nelle zone umide e temperate, ben nota come impianto di addolcimento perché ricca di mucillagini.
Dalle foglie e dalle radici di questa pianta si ricava una finissima polvere color ecru che viene utilizzata da moltissime ragazze per la cura e la bellezza naturale dei capelli.
L’Altea è ricca di sostanze come mucillagini, flavonoidi, amido, pectine e polifenoli e ha proprietà emollienti, lenitive e antinfiammatorie, infatti veniva utilizzata sin dall’antichità per curare piaghe, febbre, tosse, bronchiti, gastrite ecc.
Come l’aloe vera, il fieno greco e il sidr, l’Altea è in grado di assorbire e trattenere acqua, rilasciandola sui tessuti con i quali vengono a contatto. Grazie alle mucillagini, quindi, l’Altea idrata e ammorbidisce i capelli, dona volume e lucentezza, ha un effetto districante ed è un ottimo rimedio per il cuoio capelluto irritato, sensibile e con forfora.

Come idratare i capelli con l' Altea

  • 1 o 2 cucchiai di polvere di Altea (100 gr)
  • acqua calda q. b. (500 gr)

PROCEDIMENTO PER IMPACCO DI ALTEA

Mettete la polvere in un recipiente di plastica (meglio se setacciata) e aggiungete acqua calda poco alla volta mescolando energicamente con un cucchiaio di legno per evitare la formazione di grumi, finchè l’impasto non avrà raggiunto una consistenza morbida e cremosa. La polvere assorbirà subito l’acqua, continuate ad aggiungerne fin quando vedete che non viene più assorbita.
Coprite con una pellicola trasparente e lasciate riposare a temperatura ambiente per 12/24 ore, e, se necessario, aggiungete acqua di tanto in tanto e alla fine, finchè la pastella non diventerà compatta e spumosa.
Applicate l’impacco sui capelli tamponati massaggiando bene sul cuoio capelluto e distribuendo sulle lunghezze. Coprite il capo con una cuffia o pellicola e lasciate in posa per 45 minuti o un’ora. Alla fine sciacquate bene, applicate un pò di balsamo e procedete con la normale asciugatura.

Un bacione,
Auty

COMMENTI

Archivio MAKE UP & BEAUTY

16 ottobre 2018

Come realizzare una perfetta “Cold Cream”

Buongiorno trucchine! Puntualmente, con l’avvicinarsi della stagione fredda, ritornano le ricette sulla famosa “Cold Cream”,…


9 ottobre 2018

Come rinforzare i capelli con il gel di agar agar

Buongiorno trucchine! Dopo aver parlato di gel di semi di psillio per idratare e modellare…


2 ottobre 2018

Come svegliarti bene (e risparmiare tempo per la tua beauty routine)

Attenzione: questo è un post per ragazze pigre. Chi di voi ha rinviato la sveglia…


2 ottobre 2018

Come realizzare un’acqua micellare fai da te

Buongiorno trucchine! Avete finito lo struccante e non sapete come rimuovere il make-up? I prodotti…


1 ottobre 2018

Piove! Come salvare i capelli dall’umidità (e dal maltempo)

Autunno vuole dire anche acquazzoni, capelli elettrici, piastre inutili. Pioggia e umidità arricciano i capelli,…


27 settembre 2018

Alcune dritte per salvare la tua pelle dal freddo

Ci siamo: è tornato il freddo e con lui le prime screpolature, rossori e pelle…


25 settembre 2018

Come idratare e modellare i capelli con il gel di semi di psillio

Il gel di semi di psillio è un buon rimedio naturale per idratare e modellare i capelli ricci, rendendoli morbidi e voluminosi.


18 settembre 2018

Come rinforzare i capelli con lo spray allo zenzero

Buongiorno trucchine! Settembre è un mese di transizione e cambiamenti, con il cambio di stagione…


14 settembre 2018

Cinque prodotti beauty che devi avere in ufficio

Pochi prodotti ma giusti


7 settembre 2018

INSTAGRAM STORIES: come modificarle e pubblicarle con una sola app!

INSTAGRAM STORIES: come modificarle e pubblicarle con una sola app! Ciao, oggi vi propongo un…