Come idratare e modellare i capelli con il gel di semi di psillio

| 25 settembre 2018

Buongiorno trucchine!
Dopo avervi parlato di come idratare i capelli con il gel all’amido di mais e di come modellarli con il gel ai semi di lino, vorrei parlarvi di come potete fare entrambe le cose anche con il gel di semi di psillio, meno conosciuto rispetto agli altri ma altrettanto efficace.
Lo Psillio è una pianta officinale appartenente alla famiglia delle Plantaginaceae, la Plantago Psyllium, detta anche “erba delle pulci” per la forma dei suoi piccoli semini. E sono proprio i suoi semi ad essere usati a scopo terapeutico in quanto, in presenza di acqua, si rigonfiano producendo una mucillagine ricca di polisaccaridi, dalle proprietà emollienti, lenitive e protettive. I semi di Psillio sono anche ricchi di polifenoli, Vitamina C, silice, potassio e zinco.
Da questi semi possiamo realizzare in casa un gel di semi di psillio che possiamo utilizzare in diversi modi per la cura e la bellezza dei nostri capelli:
– come impacco idratante pre o post shampoo da tenere in posa per un’ora sui capelli asciutti o bagnati, magari in aggiunta a balsami, olii o burri per un maggiore effetto nutriente;
– in piccola quantità, come leave-in e per lo styling, soprattutto dei capelli ricci;
– per aiutare a preparare l’hennè e altre polveri, in aggiunta all’acqua;
– mischiato a balsamo ed hennè per effettuare uno sherazade.

Come idratare e modellare i capelli con il gel di semi di psillio
Tutto ciò di cui avete bisogno per preparare il vostro gel di semi di psillio è:
– un cucchiaio di semi di psillio
– mezzo bicchiere d’acqua

PROCEDIMENTO PER GEL DI SEMI DI PSILLIO

I semi di psillio, contrariamente ai semi di lino, sono in grado di rilasciare velocemente e “a freddo” le loro mucillagini, quindi basta porre i semi in mezzo bicchiere d’acqua, mescolare e lasciarli in ammollo per qualche ora. Siccome il gel prodotto è molto denso un colino dalle maglie troppo fitte o troppo larghe potrebbe non andare bene per filtrare, quindi vi consigliamo di utilizzare un collant per filtrare il gel.
Il vostro gel è pronto, riponetelo in un barattolo di vetro o in un dispenser con dosatore e conservatelo in frigorifero per non più di una settimana. Non buttate i semi rimasti, potete aggiungerli ai vostri impasti di pane e biscotti oppure congelarli per riutilizzarli successivamente.

Un bacione,
Auty

COMMENTI

Archivio di

14 febbraio 2020

Cupcakes di San Valentino, morbidi e con il cuore dentro

Ciao WeGirls! Avete mai provato un cupcakes morbido, delicato al palato ma con un cuore…


14 febbraio 2020

San Valentino: idee originali per festeggiare col tuo lui

San Valentino è alle porte: tra due giorni sarà la festa degli innamorati e se…


12 febbraio 2020

Vi siete mai domandati da dove nasce questa strana festa di San Valentino? 

Manca ormai pochissimo ad una delle ricorrenze più attese dalle coppie di innamorati di tutto il…


5 febbraio 2020

Le donne autentiche, la mia visione sulla serata di Sanremo

La prima di serata di Sanremo, in quanti se la ricorderanno per le canzoni, per…


15 gennaio 2020

Ricette facili e veloci con alimenti detox per iniziare bene il nuovo anno!

Un menù con alimenti detox ti sembra impossibile? Per fortuna possiamo riparare agli sgarri con ricette veloci e cibi disintossicanti!


13 dicembre 2019

Decorare la tavola di Natale

Tavola di Natale.  Se siete amanti di questa festa, oltre ad addobbare tutta la casa,…


25 novembre 2019

Guida allo shopping online: i siti più sicuri

In un’era in cui è possibile fare quasi tutto online, occorre essere preparati per muoversi…


19 novembre 2019

Black Friday 2019: guida agli sconti beauty e moda

Negli anni passati vi abbiamo già parlato delle offerte dedicate al mondo beauty e moda…


8 novembre 2019

Zucca: dalla pelle alla cucina, tutti gli usi che puoi farne

Se dico autunno dico zucca!   Considerato l’ortaggio autunnale per eccellenza, la zucca è leggera…


4 novembre 2019

Calze, calzini e collant: storia e curiosità

Storia, usi e costumi dell’intimo per le gambe e i piedi Alzi la mano chi…