Come realizzare una perfetta “Cold Cream”

| 16 ottobre 2018

Buongiorno trucchine!
Puntualmente, con l’avvicinarsi della stagione fredda, ritornano le ricette sulla famosa “Cold Cream”, ovvero una crema molto grassa, protettiva ed emolliente, il cui scopo è quello di ammorbidire la pelle, soprattutto quella di mani, piedi e zone screpolate, e di proteggerla dagli agenti atmosferici (freddo, vento, acqua, ecc.).
L’invenzione della “Cold Cream” risale al terzo secolo d.c. quando il medico francese Galeno creò la prima crema che fosse mai esistita, appunto la “Cold Cream”, così chiamata per la sensazione di freschezza che darebbe la crema una volta applicata anche se è possibile che il nome derivi dall’olio di colza, “coleseed oil”, o dal processo di preparazione. In origine la formula comprendeva alcuni ingredienti fissi come l’acqua, la cera d’api e un olio (oliva o mandorle), successivamente sono state introdotte variazioni e migliorie negli emollienti e nel sistema emulsionante. Proprio perché è possibile realizzarla con pochissimi ingredienti, ovvero acqua come fase acquosa, cera d’api come emulsionante e olio come fase grassa, viene definita anche “Crema semplice” e rappresenta un’ottima base di partenza per chi si approccia per la prima volta al mondo dello spignatto e dell’autoproduzione.

Come realizzare una perfetta "Cold Cream"
La Pillola di Bellezza di oggi vi insegnerà a realizzare una perfetta “Cold Cream” utilizzando i seguenti ingredienti:

  • 54 gr di oli o burri
  • 33 gr di acqua distillata o idrolati
  • 13 gr di cera d’api

PROCEDIMENTO PER “COLD CREAM”

In un pentolino sciogliete a bagnomaria la cera con l’olio o i burri, senza arrivare a farli sfrigolare lungo i bordi. Contemporaneamente, in un pentolino a parte, riscaldate l’acqua a 70 ° circa (quando si formano le prime bollicine sul fondo, spegnete il gas).
Quando le due fasi saranno calde al punto giusto, unite le due fasi versando lentamente la parte acquosa in quella grassa e mescolando con un cucchiaio o frullando con un frullatore ad immersione fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. A questo punto continuate a mescolare di tanto in tanto fino a completo raffreddamento della crema (di solito mezza giornata).
E’ molto importante aspettare che la Cold Cream si raffreddi naturalmente, se cercherete di raffreddarla velocemente (magari mettendola in frigo) una parte dell’acqua si separerà in piccole goccioline e quindi, addio emulsione, addio “Cold Cream”!
La crema si conserva fuori frigo (altrimenti solidifica) per circa due mesi, ma se volete che duri di più potete aggiungerci 7 gocce di vitamina E quando è fredda.

Un bacione,
Auty

COMMENTI

Archivio di

22 agosto 2019

Come salvare i tuoi capelli dopo l’estate

Ferie terminate significa anche correre ai ripari per i nostri capelli. Tra sole, cloro, salsedine…


15 agosto 2019

Skincare routine: guida ai migliori prodotti

Prendersi cura della propria pelle è una routine che va considerata sin da giovani. In…


7 agosto 2019

Napoli: i luoghi più instagrammabili

Nuova tappa del tour da #instagramaddicted : questa volta ci siamo spostati al sud! Napoli…


6 agosto 2019

Come decorare le pareti di casa: 5 idee originali per tutte le tasche

Stufa di essere circondate da pareti bianche e vuoi donare una luce diversa alle mura di casa? A volte basta davvero poco!


2 agosto 2019

Firenze: i luoghi più instagrammabili

Terzo appuntamento per gli appassionati di foto e social. Questa volta ci siamo spostate a…


31 luglio 2019

Meghan Markle guest editor per Vogue Uk

Meghan Markle continua a suscitare polemiche. Da tempo era stato annunciato che Lady Sussex avrebbe collaborato…


26 luglio 2019

Come definire i capelli ricci con la birra

Buongiorno trucchine! Oggi torniamo a parlare di capelli, in particolar modo di tutti i metodi…


25 luglio 2019

Milano: i luoghi più instagrammabili

L’appuntamento si ripete e si sposta nella città del fashion, del design e, ovviamente, dei…


12 luglio 2019

Unicornomania: in vendita anche la crema spalmabile

Da qualche anno è scoppiata l’Unicornomania! Ma c’è un reale motivo per il quale questa…


3 luglio 2019

Roma: i luoghi più instagrammabili

Roma è piena di posti, a tanti sconosciuti, che non possono mancare nella vostra gallery…