Shopping dal 18 maggio: come stanno andando le cose in questi primi giorni? | WEGIRLS

| 19 maggio 2020

Qualcuna di voi ci avrà già sicuramente provato: lo shopping dal 18 maggio. Dopo mesi di chiusura dei negozi in cui è stato impossibile acquistare qualsiasi capo di abbigliamento o accessorio, torniamo alla vita normale con le riaperture dei negozi. Almeno in parte. Ci sono infatti regole precise da rispettare, una linea imposta a livello nazionale che può prevedere qualche variazione a seconda delle regioni, dei territori e dei singoli negozi. Lo shopping dal 18 maggio ha connotati ben precisi, come si può notare in via del Corso, la strada dello shopping romano alla portata di tutti per eccellenza.

Come funziona lo shopping dal 18 maggio

In che modo andremo a comprare i nostri costumi estate 2020? O i nostri cosmetici, che dopo tanti mesi di inutilizzo si sono ormai seccati? Come stabilito dal comitato tecnico-scientifico all’opera in questi mesi di crisi, non sarà obbligatoria la sanificazione dei vestiti. Inizialmente si era pensato a questa opzione, di cui però non c’è menzione nel protocollo firmato dal comitato tecnico-scientifico. Le regole sono ben precise, a partire dal fatto che nei negozi di 25 mq si può entrare una persona sola alla volta. Gli ingressi, in linea generica, devono essere scaglionati in tutti i casi. C’è anche l’obbligo di utilizzare mascherine e guanti per poter accedere agli esercizi commerciali, così come si è fatto – se ci pensiamo bene – già con i supermercati dall’inizio dell’emergenza. Nei negozi più grandi di 25 mq andrà comunque mantenuta la distanza di sicurezza di almeno un metro tra i clienti, con sorveglianza attiva da parte del personale del negozio.

Sanificazione opzionale dei vestiti e percorsi di entrata e uscita

Come sottolinea Giornalettismo, non c’è menzione precisa all’obbligo di sanificazione dei vestiti. Nei camerini, però – e più in generale nell’intero ambiente – è necessario indossare guanti e mascherine. Se per i vestiti non vige l’obbligo, diverso è per gli ambienti: tutti i locali, al termine di ogni giornata, devono essere sanificati. Come viene gestito il flusso di clientela? Come in molti hanno già avuto modo di provare, si deve fare la fila. Quando i locali commerciali hanno due porte, inoltre, occorre segnalare un percorso in entrata e in uscita; questo significa che da una porta si entra e da una porta si esce, così da arginare al minimo la possibilità di incontro con le altre persone. Anche in questo caso, la gestione efficace del flusso di clienti è affidata al personale del negozio, il cui compito sarà quello di evitare il più possibile il contatto ravvicinato tra le persone.

 

COMMENTI

Archivio FASHION


20 aprile 2017

Costumi Tezenis 2017: fantasie e colori per divertirsi anche al mare

L’inaspettato freddo di questi giorni non ci allontanerà dal nostro obiettivo del momento: scovare i migliori…



12 aprile 2017

Costumi Yamamay 2017: Sexy anche al mare!

Si può essere sexy anche in spiaggia, e Yamamay ce lo conferma!


5 aprile 2017

Total denim: I look per la Primavera 2017

Con l’arrivo della Primavera, riscopriamo i nostri capi in denim…!


29 marzo 2017

Costumi Calzedonia 2017: i modelli più belli per questa estate

Pronte per il mare? Sì, ma con i costumi Calzedonia!


22 marzo 2017

Pantaloni di seta: Il modello must have per le donne

Welcome back pantaloni in seta!


15 marzo 2017

Nude look: Idee per l’outfit perfetto in poche semplici mosse!

Look semplici ma d’effetto, questi sono i nude look!


8 marzo 2017

Marinaretta: I look da copiare per un perfetto stile sailor!

Siete pronte? Sì, Signor Capitano!


1 marzo 2017

Mini bag: Le più glamour della Primavera 2017

Il mondo delle donne racchiuso dentro una mini bag!