Chi è Marsha P. Johnson, la donna che ha dato il via ai moti di Stonewall | WEGIRLS

| 30 giugno 2020

Marsha P. Johnson è oggi il nome più ricercato in assoluto su Google, che ha deciso di dedicarle il doodle del giorno. In questo giugno 2020, mese dedicato al Pride anche senza le manifestazioni degli altri anni per rispettare il distanziamento sociale, abbiamo visto e conosciuto molte storie. Quella di due ragazze lesbiche che non possono vivere la propria storia senza essere giudicate sui social o quella di chi, purtroppo, per il proprio orientamento sessuale ha pagato il prezzo più alto. Per chiudere in bellezza, ora, vediamo insieme la storia di Marsha P. Johnson, una drag queen e un’attivista che ha fatto la storia della comunità LGBTQ.

Chi è Marsha P. Johnson

Nasce Johnson in una famiglia del New Jersey molto umile il 24 agosto 1945. Fin da quando aveva 5 anni le inclinazioni sessuali di Johnson cominciarono a manifestarsi a partire dalla volontà di vestirsi come una bambina. All’epoca la famiglia – così come i ragazzi del quartiere – si opposero violentemente a quello che lei era, costringendola a dichiararsi asessuale fino a 17 anni, quando sceglie di trasferirsi a New York. Qui comincia la sua vita di drag queen e prostituta scegliendo il nome d’arte Marsha P. Johnson. Dati i pochi soldi che aveva non passò alla storia per chissà quali costose coreografie ma in molti la ricordano per i fiori freschi con i quali era solita decorare il suo capo. All’epoca i locali gay non ammettevano l’ingresso alle drag queen o ai transessuali, rimanendo posto esclusivamente per maschi omosessuali. Fino all’apertura dello Stonewall Inn, una delle pochissime realtà a permettere l’ingresso anche a trans e drag queen.

Il ruolo di Marsha nelle rivolte di Stonewll

Nella notte tra il 27 e il 28 giugno 1969, passata alla storia per aver dato il via alle lotte per il riconoscimento dei diritti delle persone LGBTQ, il locale fu obiettivo dell’ennesima retata della polizia. A differenza delle altre volte, però, le persone presente si ribellarono e fecereo sentire con forza la propria voce. Tra queste anche Marsha che – anche se lei stessa nega – fu una delle primissime persone (insieme a Stormé DeLarverie e Sylvia Rivera) a combattere la polizia e a resistere all’arresto e alle cariche delle forze dell’ordine. A lei sarebbe dovuto – secondo una ricostruzione dei fatti mai accertata con chiarezza – il lancio di quel bicchiere che fu la scintilla della protesta.

COMMENTI

Archivio News e diritti delle donne

27 luglio 2020

Jeanne Baret, prima donna a cricumnavigare la terra, protagonista del doodle di Google | WEGIRLS

Oggi il doodle di Google è dedicato alla nascita di una grande donna del passato, Jeanne…


24 luglio 2020

La voglia di cambiare trasmessa dalle immagini delle ragazze che fanno il test in Afghanistan | WEGIRLS

Nelle ultime ore si sta consumando una polemica per via del tweet della ex ministra…


20 luglio 2020

Uffizi, l’effetto Chiara Ferragni: +27% di visitatori giovani dopo la sua visita pubblicizzata | WEGIRLS

+27%. Questo il dato evidenziato dagli Uffizi, come afferma il direttore Eike Schmidt, nel weekend immediatamente…


9 luglio 2020

Naya Rivera scompare durante una gita al lago: ritrovata la barca con il figlio solo | WEGIRLS

Naya Rivera è diventata celebre con il ruolo di Santana Lopez in Glee, in cui ha…


8 luglio 2020

La storia di Artemisia Gentileschi, prima donna italiana a cimentarsi con la pittura sacra | WEGIRLS

Artemisa Gentileschi è il personaggio che il doodle di Google celebra oggi, 8 luglio 2020,…


26 giugno 2020

Ci pensate mai a cosa voglia dire essere donna in una relazione lesbica? | WEGIRLS

Cosa vuol dire essere donna e avere una relazione con un’altra donna? Vuol dire avere…


25 giugno 2020

Qual è il modo giusto di agire quando assistiamo a una molestia? | WEGIRLS

Vi diete mai trovate dalla parte di chi è testimone di una molestia subita da…


24 giugno 2020

Vanno in discoteca con la scritta “centro stupri” sulle magliette, si giustificano parlando di “bravata” | WEGIRLS

A Lignano Sabbiadoro sette ragazzi di Udine hanno ben pensato di prenotare un tavolo in…


23 giugno 2020

Angelina Jolie spiega, quasi quattro anni dopo, le ragioni del divorzio con Brad Pitt | WEGIRLS

Sicuramente tra i divorzi più chiacchierati di Hollywood, quello tra Angelina Jolie e Brad Pitt,…


17 giugno 2020

L’evitabile polemica sulle sopracciglia di Miriam Leone | WEGIRLS

Miriam Leone è stata al centro di una polemica social per le sue sopracciglia. Ebbene…


12