Eddie Redmayne e Emma Watson sulla frase transfobica di J.K. Rowling | WEGIRLS

Ilaria|

J.K. Rowling, la celebre scrittrice della saga del maghetto Harry Potter, è recentemente entrata al centro di uno scandalo per via delle sue parole sulle persone transessuali. Sono tante le star di Hollywood, anche nel cast di Harry Potter e di Animali Fantastici, che hanno deciso di dire la loro su quanto affermato da una delle più famose scrittrici al mondo. Questa la dichiarazione della Rowling:

Se il sesso non fosse reale non ci sarebbe l’attrazione sessuale. Se il sesso non fosse realtà la percezione del reale delle donne sarebbe cancellata. Voglio bene alle persone transessuali , ma, cancellare l’idea di sessualità toglie la possibilità a molte persone di parlare di ciò che vivono. Non credo sia spregevole dire la verità.

A rispondere alla Rowling è stato, innanzitutto, Daniel Radtcliffe. L’interprete di Harry Potter ha difeso la comunità trans e, a cascata, sono arrivati anche tutti gli altri. In particolare oggi si stanno diffondendo le dichiarazioni in merito da parte di Eddie Redmayne (interprete di Newt Scamander nella saga di Animali Fantastici) e di Emma Watswon (la celebre Hermione Granger che tutti abbiamo imparato ad amare e conoscere, considerato anche che la giovane donna è attivista e molto impegnata nella lotta per la parità di genere e l’affermazione dei diritti civili).

Eddie Redmayne sulle parole di J.K. Rowling sulla comunità trans

Eddie Redmayne, oltre che come Newt Scamander, è celebre anche per aver interpretato nel 2015 la protagonista di The Danish Girl. Lili Elbe è passata alla storia per essere stata la prima persona identificata come transessuale e la sua storia è al centro del pluripremiato film. A dare il volto a questo personaggio storico ci ha egregiamente pensato Redmayne, che ha rilasciato una dichiarazione su quanto affermato dalla Rowling a Variety:

Il rispetto nei confronti delle persone transgender resta un imperativo culturale. Negli anni anche io ho cercato costantemente di educare me stesso. Avendo lavorato sia con J.K. Rowling che con diversi membri della comunità trans, ci tengo a chiarire con fermezza la mia posizione. Non sono d’accordo con i commenti di Jo! Le donne trans sono donne! Gli uomini trans sono uomini! Le identità non-binarie sono valide! So che i miei amici e colleghi transgender sono stanchi di questa continua messa in discussione delle loro identità. Vogliono soltanto vivere le loro vite in pace ed è arrivato il momento di lasciarglielo fare.

Emma Watson risponde alla Rowling su Twitter

La Watson ha scelto di affidare le proprie parole a Twitter, social sul quale è molto attiva. La solidarietà espressa, anche in questo caso, è a tutto tonfo:

Le persone trans sono chi dicono di essere e meritano di vivere le loro vite senza che venga messo costantemente in discussione o venga loro detto che non sono ciò chi dicono di essere. Voglio che i miei follower trans sappiano che io, e molte altre persone nel mondo, vi vedono, vi rispettano e vi amano per ciò che siete.

Le donne trans, in parole povere, sono donne. Punto. Basta dire alle persone come devono vivere la propria vita secondo quello che voi sentite essere vero, giusto, naturale. Voi non siete gli altri, gli altri non sono voi e finché nessuno danneggia la vostra persona, limita la vostra libertà, lede alla vostra dignità ogni persone vive come meglio ritiene per sé stessa esercitando il sacrosanto diritto dell’autodeterminazione.

Altri articoli in News e diritti delle donne: