L’evitabile polemica sulle sopracciglia di Miriam Leone | WEGIRLS

@Ilaria Roncone|

Miriam Leone è stata al centro di una polemica social per le sue sopracciglia. Ebbene sì: famosa, in gambe e molto bella, la donna è stata resa oggetto di una sterile polemica sulle sue sopracciglia. Il modo in cui ha scelto di portarle è stato criticato su Twitter e da lì è nata una vera e propria battaglia, con tanto di profilo da cui proveniva l’input iniziale cancellato. Il contenuto del tweet? Come riporta Giornalettismo, Miriam Leone è stata paragonata a Zio Marrabbio di Kiss me Licia.

I giudizi sulle sopracciglia di Miriam Leone diventano un caso social

Cosa succede quando l’attenzione mediatica e social si sposta solo sul’aspetto estetico? Ne esce un disastro. Come quello con Miriam Leone. Miss Italia 2008 è stata vittima di un tweet che l’ha additata come simile allo zio Marrabbio del cartone animato Kiss me Licia. Le sue sopracciglia sono state paragonate a un cespuglio non necessario. Letteralmente il tweet – che ormai è stato cancellato – recitava: “Volevo dire a Miriam Leone che per queste sopracciglia, bisogna chiedere i diritti d’autore a Marrabbio di Kiss me Licia. Sono necessari sti cespugli???”. A noi viene da chiedere: è necessaria la tua opinione?

Tutto questo è davvero necessario?

Il tweet è stato cancellato, in molti hanno preso le difese di Miriam Leone e tutto è bene quel che finisce bene. Rimane però una riflessione. Davvero è necessario che tutti dicano ciò che pensano mascherando critiche, giudizi negativi, insulti addirittura, con il diritto di esprimere il proprio pensiero? Questa frase sulle sopracciglia di Miriam Leone – oggettivamente – non aggiunge nulla di buono al mondo e avremmo benissimo potuto farne a meno. La lezione che dobbiamo imparare? Facciamo tutti un gran pacco di sopracciglia nostre e camperemo molto, molto meglio! Questa cosa di utilizzare il diritto alla libertà di espressione per insultare gli altri ha davvero stufato.

Altri articoli in News e diritti delle donne: