Come togliere l'elettrostaticità dai capelli

Autilia|

Come togliere l'elettrostaticità dai capelli

Buongiorno trucchine!

Capita spesso, dopo aver lavato, pettinato e asciugato i capelli, che questi diventino crespi come la paglia, svolazzino nell’aria e siano talmente ribelli che è difficile tenerli a bada e tentare una qualsiasi acconciatura. Questo brutto fenomeno antiestetico è generato dall’accumulo di elettricità statica nei capelli che è dovuto, a sua volta, a vari fattori: cambiamenti di temperatura, vento, freddo, pioggia, aria secca o umida, attrito con tessuti sintetici, alcuni ingredienti contenuti nello shampoo e persino il modo di spazzolare i capelli.
La Pillola di Bellezza di oggi vuole offrirvi una serie di accorgimenti da seguire utili per non farci sembrare dei cespugli ed eliminare l’elettricità dai nostri capelli.

Come togliere l'elettrostaticità dai capelli
Per iniziare, quando laviamo i capelli eseguiamo l’ultimo risciacquo con acqua fredda in quanto l’acqua è conduttrice di elettricità per cui assorbirà l’energia dei capelli. In seguito, per togliere l’eccesso di acqua dai capelli, non utilizziamo asciugamani in spugna ma in microfibra, più delicati e meno elettrostatici, ed evitiamo di frizionarli sfregandoli con l’asciugamano, bensì tamponiamoli gentilmente in modo da diminuire l’effetto crespo ed elettrico.
Un’astuzia da fare prima dell’asciugatura è applicare sui capelli un olio e un gel per mantenerli idratati e proteggerli dall’aria secca che produce elettricità: scegliamo un olio adatto ai nostri capelli (semi di lino o di cocco in caso di capelli grassi, olio di mandorle o di oliva per capelli secchi) e versiamone due gocce nella mano, dopodiché aggiungiamo un gel naturale come il gel di aloe o di semi di lino, frizioniamo il tutto nelle mani e passiamole sui capelli ancora bagnati, insistendo sulle punte.
Quando procediamo all’asciugatura post lavaggio, evitiamo di utilizzare spazzole di metallo, palstica e materiali sintetici ma prediligiamo spazzole con setole naturali e pettini in legno a denti larghi che districano i capelli più delicatamente e senza eccessivi sfregamenti.
Utilizziamo il phon ad una temperatura bassa e prediligiamone uno agli ioni che danneggerà di meno il capello, mentre cerchiamo di evitare la pastra che secca e asciuga i capelli accentuando l’effetto secco e se proprio non ci riusciamo passiamola con cautela su ognuna delle ciocche e non facciamolo in modo rapido, perché ciò produce ancora più elettricità statica.
L’ultimo passo per eliminare l’elettricità dai capelli è applicare un po’ di lacca su un pettine o spazzola e passarla delicatamente su tutti i capelli. Il risultato è garantito!

Un bacione,
Auty

Altri articoli in HOW TO: