Come curare naturalmente la pelle secca in inverno

@Autilia|

Buongiorno trucchine!
In inverno, la nostra pelle è sottoposta a processi di disidratazione provocati dalle basse temperature e dagli agenti atmosferici che mettono a dura prova le sue naturali difese e accelerano il processo di invecchiamento cutaneo. Per questo motivo la pelle secca in inverno deve essere protetta e idratata con rimedi naturali nutrienti e restitutivi, in grado di ripristinare e rafforzare il manto idrolipidico che la riveste.
Se in questo periodo la pelle delle vostre mani, del vostro viso o del vostro corpo appare secca, screpolata e arrossata, la Pillola di Bellezza vi svelerà proprio quali sono gli ingredienti naturali da adoperare quotidianamente per dei trattamenti in in grado di proteggere la pelle dal gelo invernale.

Come curare la pelle secca in inverno
I rimedi naturali per la pelle secca in inverno

I rimedi naturali specifici per la pelle secca in inverno sono per la maggior parte olii vegetali, particolari molecole, estratti di erbe e piante officinali, che possono essere utilizzati da soli o ricercati tra gli ingredienti di un cosmetico biologico, che hanno la funzione di idratare, lenire o nutrire la pelle.

Per idratare

  • Acido Ialuronico: in presenza di pelle secca, screpolata e ruvida, è ottimo utilizzare creme che contengono questa molecola, la quale si trova naturalmente nei nostri tessuti cutanei ma la sua concentrazione tende a diminuire con l’avanzare dell’età, con conseguente formazione di rughe e rilassamento cutaneo. Tra le funzioni più importanti, esercitate dall’acido ialuronico, c’è stimolazione della produzione del collagene da parte dell’organismo (produzione endogena), e il ripristino della densità e del turgore cutanei (coesione tra le cellule).
  • Olio di jojoba: diversamente da tutti gli altri oli vegetali, la sua forma molecolare è di tipo lineare e non ramificata, per cui risulta essere chimicamente simile al sebo umano. L’olio di jojoba ha un’ottima capacità di penetrazione e assorbimento, idrata la pelle e la protegge dall’attacco dei fattori esterni, evitando così che si secchi e si irriti.

Per lenire

  • Calendula: l’oleolito, ottenuto dalla macerazione dei fiori in un olio vegetale, possiede proprietà antinfiammatorie, antisettiche, cicatrizzanti, rinfrescanti, emollienti e dermopatiche. Per questa ragione la pianta è considerata il miglior rimedio per arrossamenti, irritazioni screpolature e infiammazioni della pelle.
  • Camomilla: è dotata di buone proprietà antinfiammatorie, grazie all’azione protettiva sulle mucose, esercitata dalle mucillagini e dai componenti del suo olio essenziale, azulene e alfa-bisabololo. Viene utilizzata nei cosmetici come ingrediente lenitivo, decongestionante, addolcente e calmante, contro tutti i tipi di irritazioni dei tessuti: dermatiti, ferite, ulcere e screpolature.

Per nutrire

  • Oli vegetali: sono una fonte concentrata degli elementi nutritivi necessari alla vita, fra cui le vitamine A ed E, i minerali, e soprattutto gli acidi grassi essenziali. L’azione nutriente, unita alle proprietà emollienti ed elasticizzanti, rendono queste sostanze capaci di prevenire rughe e smagliature donando tono e vigore ai tessuti. Sono anche utili per attenuare i rossori cutanei grazie alle virtù lenitive e calmanti, nei confronti dei tessuti irritati o infiammati.
    I migliori sono l’olio di argan, il burro karité e l’olio di germe di grano, in quanto rinforzano il film idrolipidico cutaneo, la cui mancanza provoca screpolature, desquamazioni e irritazioni. Questi oli esercitano anche un’azione restituiva, soprattutto se la pelle è esposta a freddo, vento o in caso di cute molto secca, che si squama o che “tira”.

Un bacione,
Auty

Altri articoli in HOW TO: