Minimal: come arredare con questo stile

@Il mondo di Tea|

Il minimal è uno stile di arredamento pulito ed essenziale. I mobili hanno un taglio netto, assolutamente sobrio: purezza delle linee, delle forme e del colore.

Se tendenzialmente privilegiate lo stile più moderno e la casa si debba comporre solo di ciò che è strettamente necessario, allora questo post farà al caso vostro.

Lo stile minimal è nato a ridosso degli anni ’70 prendendo sempre più piede nell’ultimo decennio. La parola d’ordine è “pulito”: le superfici dei mobili sono sgombre da qualsiasi tipo di oggetto e souvenir. I taglio dei mobili stessi ha colorazioni che vanno dal bianco laccato al nero molto lucido. Tutto molto uniforme, niente intagli o decorazioni.

minimal-moacasa-com

Le pareti sono sgombre, quadri si, ma preferibilmente meglio orientarsi su grafiche anche in questo caso minimali e poco colorate, soggetti astratti o foto in bianco e nero.

fai-da-te-e-stile-minimal

quadri-ikea_ng1

Peculiarità che caratterizza questi ambienti è ovviamente la luce, questo è dato dalle pareti bianche e dai mobili tirati a lucido.

Binomio dunque, bianco + luce = pulito

Questa sensazione di “pulito” si percepirà in ogni stanza, poichè si avrà un’attenta e rigorosa selezione per i complementi e il fatto che le superfici siano libere,  faciliterà anche quelle che sono le classiche pulizie domestiche quotidiane.

Altra sensazione che traspare da questi ambienti è ovviamente un’ordine rigido ed indiscusso, ogni cosa trova il suo giusto posto e perchè.

Ad esempio la cucina: ampia e luminosa, avrà fornelli ad induzione e cappa di design, i piani da lavoro e solitamente l’isola che la compone, saranno perfettamente liberi. Stoviglie e dispensa riposti all’interno dei pensili.

73b3588370c623c4912e508f1ba6a205

elegante-cucina-in-stile-minimal

Stesso discorso vale per gli altri vani della casa. In camera da letto

camera-da-letto-stile-moderno

In bagno

bagno-stile-minimal-render-fotorealistici-02

E nella zona living

arredamento-minimal01

Ma traiamo qualche conclusione: senza ombra di dubbio parliamo di uno stile assolutamente ricercato e sofisticato, non adatto proprio a tutte le tasche. Infatti spesso questo tipo di arredamento richiede spese ingenti, e dunque beato chi se lo può permettere!

Diciamo che forse risulta anche un po’ impersonale;  ha quasi quell’aspetto di “poco vissuto” . Forse uno stile adatto per una casa che si ha intenzione di affittare o che comunque si vive poco.

E voi che ne pensate? siete più minimal o per la casa “vissuta”?

Altri articoli in DIY - FAI DA TE: